SCADENZE … ISTRUZIONI !!!!!

image
TARES… LE NOTIZIE PER I RITARDATARI GIUSTIFICATI

Per quanto riguarda la Tares, ricordiamo che è la tassa sui rifiuti istituita nel 2011 per coprire i costi della gestione dei servizi di igiene urbana e dei servizi indivisibili (illuminazione pubblica, manutenzione stradale e del verde). Dopo questa ultimo pagamento di oggi, sarà sostituita dalla Tari (una delle tre componenti della futura Imposta unica comunale o Iuc).

I cittadini oggi 24 gennaio sono chiamati al pagamento della terza e utlima rata 2013 della Tares. Attenzione però: l’appuntamento con il Fisco è solo per chi vive in quelle città che non hanno ancora provveduto alla riscossione. Il pagamento della terza e ultima rata Tares comprende la novità introdotta, l’anno scorso, dal decreto Salva Italia: il contributo aggiuntivo di 30 centesimi al metro quadrato.

Per il pagamento i Comuni devono inviare ai contribuenti i bollettini già precompilati; altrimenti questi si possono reperire gli stessi presso gli uffici postali. Nei bollettini viene riportato il numero di conto corrente “1011136627″, valido per tutti i Comuni del territorio nazionale, intestato a “pagamento TARES”. Il pagamento deve avvenire presso gli uffici postali e non si potrà pagare tramite bonifico. Oltre al bollettino, il versamento può essere fatto con il modello di delega F24 in cui può essere riportata la scadenza del 16 gennaio come previsto in origine, poi prorogata al 24 dalla legge di stabilità 2014, la legge n. 147 del 2013.

È stato chiarito in questi giorni, infatti, che non ci saranno more nemmeno se il versamento non sarà effettuato per motivi “tecnici”, cioè qualora il ritardo sia dovuto al mancato recapito del bollettino del saldo Tares 2013 e del modello F24 relativo ai servizi indivisibili, recapitati per via postale dal Comune di residenza.

SCADENZE … ISTRUZIONI !!!!!ultima modifica: 2014-01-25T09:36:00+00:00da vivrescanno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento